Zenzero


Non vi tedierò con le solite notizie storico-medicinali. Ne trovate a bizzeffe in tutta la rete. E, del resto, ci vuole sempre tantissimo tempo per distinguere le informazioni “buttate su” e quelle buone o, come si direbbe “tecnicamente”, le fonti autorevoli

Dunque questo post solo per dirvi che da me, trovate IL MIGLIOR ZENZERO CANDITO SULLA PIAZZA! (modestamente).

E poi è Carnevale! Chi è che non vorrebbe fare uno scherzetto e offrire un pezzetto di piccantissimo zenzero spacciandolo per una caramellina per la gola?

Per gli amanti di questo fantastico rizoma, ho anche la radice secca, ottima da grattugiare direttamente sul riso, sulla verdura, sulla carne, nella limonata, nel tè… e ne consiglio una buona grattugiata nella pastella per fritti, sia se si fa la verdura pastellata, sia, insieme alla cannella, per delle golosissime frittelle di mele!

 

Ma se, comunque vi vanno due notiziole…

Lo zenzero è una pianta erbacea perenne, con portamento eretto, che può raggiungere il metro e mezzo di altezza. Annualmente, lo zenzero emette, direttamente dalla radice (rizoma), uno stelo simile alla canna da zucchero, con foglie strette a forma di lancia.

Lo zenzero, parente stretto delle orchidee, è originario dell’Asia meridionale, ma è coltivato in tutte le aree equatoriali con clima monsonico. Alla stessa famiglia dello zenzero, e con proprietà simili, appartiene anche la galanga maggiore “alpinia officinalis”, conosciuta come “zenzero cinese”.

Proprietà

Perfetto contro nausea di qualsiasi origine, lo zenzero è utilizzato come analgesico, aperitivo, antisettico, antispasmodico, carminativo ed espettorante, febbrifugo, stimolante, tonico.

Per le ntiziole storico curative, date un'occhiata qui :)

 

Share
This entry was posted in Erbe e Spezie and tagged , , , . Bookmark the permalink.

Comments are closed.